Post Derby U15: parla Elisa Pellicanò


RosElisa

Finalmente è iniziato il campionato 2015/2016. Anche quest'anno hai ricevuto i gradi di capitana della squadra U16 Femminile.

Quest'anno, come l'anno scorso, siete state inserite nel campionato Under 15 maschile, cosa pensi di questa esperienza? Pensi che vi possa aiutare a crescere o a migliorare?

Sicuramente sarà una grande esperienza che ci aiuterà a crescere e a fare gruppo, soprattutto per le ragazze che sono arrivate da poco che avranno un opportunità in più, che gli permetterà di giocare di più, consentendoci di arrivare preparate per i nostri campionati, ovvero l'under 16 e l'U18 Femminile dove proveremo a dare il meglio di noi stesse.

Il 14 novembre, esordio nel campionato U15: un grande derby in casa Lumaka. Come è andata?

C'è da dire che è stato un derby molto divertente, perché ci siamo potuti confrontare con i ragazzi della nostra stessa società, nonostante siano un anno più piccoli di noi. È stata una partita molto emozionante soprattutto per le più piccole, trattandosi appunto del loro esordio. Possiamo dire che non è andata benissimo, ma ci siamo comunque divertite e l'importante è quello.

Perché pensi sia andata così? Quali sono stati i vostri errori? E in che cosa cercherete di migliorare?

È stata soprattutto una partita finalizzata all'unione di squadra, anche perché molte ragazze nuove sono entrate a far parte di questa squadra. Sicuramente una delle cose che dobbiamo migliorare è la difesa dall'inizio fino alla fine evitando qualche black out di troppo. Un'altra cosa importante che credo dobbiamo migliorare è la concentrazione ("Infatti possiamo dire che io mi sia svegliata alla fine della partita" ndr)

Quali obiettivi vi siete prefissate per la stagione 2015/2016?

Sicuramente uno degli obiettivi è quello di crescere sia a livello mentale sia come coesine di gruppo. È perché no, magari rivivere l'esperienza delle finali nazionali.

Va bene, grazie del tuo tempo Elisa. Siamo in chiusura, vorresti salutare qualcuno in particolare?

Grazie a te, si vorrei salutare la mia squadra, i miei allenatori e Marco Laganà al quale vorrei augurare una grande ripresa.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>